Home Page
Il Gioco dell'Oca di Mirano | San Martino e la Festa dell'Oca | Il Grande Gioco dell'Oca in Piazza
Programma 2017 | Edizioni precedenti | Fiera de l'Oca del '900 | Mirano | Pro Loco Mirano
Altre Manifestazioni | Altri giochi | Ospitalità & Ristoranti | Informazioni & Foto | Ricerca | Mappa
   La Storia    L'epoca e la Piazza    Le Squadre    Il Regolamento    Le Frazioni di Mirano   

Le squadre

Vetrego Mirano Ballò Campocroce Zianigo Scaltenigo

Al "zogo" partecipano sei squadre in rappresentanza delle cinque frazioni di Mirano (Ballò, Campocroce, Scaltenigo, Vetrego, Zianigo) e del capoluogo stesso. I costumi dei componenti sono stati ricavati da vecchie stampe d'epoca raffiguranti degli atleti. Son tutti uguali di foggia ma si distinguono per il colore diverso della fascia e delle calze: verde per la squadra di Zianigo, giallo per Campocroce, arancione per Scaltenigo, rosso per Ballò, blu per Vetrego e azzurro per Mirano. Ogni squadra è composta da dieci elementi, di cui un capitano che lancia i dadi, un alfiere che sposta la pedina e otto giocatori che intervengono per superare le "prove" richieste dalle caselle.

Le squadre, da una casella all'altra avanzano, retrocedono, pagano pegno, il tutto all'insegna della più pura e divertente competizione. La squadra più abile, ma anche dotata di un fortunato lanciatore di dadi, conquisterà il premio "l'Oca dell'anno" ed una vincita in denaro che, a sua discrezione, dovrà devolvere ad una associazione benefica o sportiva. Divertimento e animazione sono assicurati, al pubblico solo il compito di divertirsi e di tifare per una o l'altra squadra.



Torna indietro alla pagina precedente - (Il Grande Gioco dell'Oca in Piazza - L'epoca e la Piazza) Vai su all'inizio della pagina Vai avanti alla pagina successiva - (Il Grande Gioco dell'Oca in Piazza - Il Regolamento)



   La Storia    L'epoca e la Piazza    Le Squadre    Il Regolamento    Le Frazioni di Mirano   

Vai alla mappa del sito

© 2001-2017 & photo by Proloco Mirano
graphics & design by Carlo Preti
privacy